Gio24042014

Last update04:36:42 PM

MOLFETTA. Proverbiamo: “fing a netàl, frìdd nen fasc”

molfettabnoldMolfetta - Stavolta, noi de “Il Fatto”, per ricordare le antiche tradizioni natalizie, siamo andati a far visita al Centro Anziani della Cooperativa Gea. Abbiamo scoperto che tutti rimpiangono i bel tempi passati, quelli in cui lo stesso Natale, ormai alle porte, assumeva un aspetto “ più romantico”, come affermano diversi intervistati. Il Natale, così come tutte le festività, in passato venivano vissute e assaporate in famiglia. Detto così sembra poco, ma stare in famiglia voleva dire essere circondati da una trentina di parenti e soprattutto cucinare tutto in casa. “I prodotti che avevamo a disposizione - commenta una signora del centro - erano pochi e poveri; si mangiavano i fichi, r pstazz, r pettl,si facevano le caramelle con lo zucchero sciolto, u calzaun d sen Leonerd, le mandorle che spesso venivano aggiunte al latte in modo da dar vita a quella che era una colazione deliziosa."

Leggi tutto...

MOLFETTA. I personaggi molfettesi: “Spredioene”

spredioeneMolfetta - Il nome “Spredioene” fa rivivere, nella memoria di quanti lo hanno conosciuto, l’immagine di una figura barbuta  e miseramente vestita che camminava a testa bassa per  il Corso Umberto di Molfetta. Pochi, tuttavia, sono coloro i quali conoscono la vera storia di questo singolare personaggio,  impresso così profondamente, nella tradizione popolare molfettese.

Leggi tutto...

MOLFETTA. Proverbiamo: “Ogn’è lassate è pers”

molfettabnoldMolfetta - Un povero contadino viveva inventando versi sgangherati di commento sugli eventi più notevoli della cittadina e li cantava nei caffè, nei luoghi di ritrovo e ogni laddove potesse trovare un pubblico generoso e disponibile. Era solito accompagnarsi con le stridule note di un violino che poteva avere, più o meno, la sua stessa memorabile età.

Leggi tutto...

MOLFETTA. Tenente Angelo Losito: un bersagliere caduto per servire la nostra Patria

Tenente_Angelo_LositoMolfetta - Il primo giugno del 1915 cadeva, sul campo di battaglia di Montenero, il tenente Angelo Losito, combattente molfettese della prima guerra mondiale. Gravemente ferito dai micidiali “proiettili esplosivi dum-dum”, fu trasferito presso l’ospedale militare di Cividale. Raggiunto dai familiari in fin di vita sposò, sul letto di morte, la signora Lucia Boffoli. Decedeva il 9 giugno 1915 e aveva poco più di trent’anni.

Leggi tutto...

MOLFETTA. Proverbiamo: “Ci sparte ave la peisce parte!”

molfettabnoldMolfetta - Parte la nuova rubrica de “Il Fatto” dedicata al dialetto molfettese, la  radice della lingua che  più ci appartiene e caratterizza. Un viaggio nel tempo per scoprire le origini morfosintattiche dei detti e dei modi di dire tipicamente dialettali. Uno sguardo all’interno della tradizione molfettese, ricca di stilemi e riferimenti che spesso ritornano nel parlare quotidiano. Le antiche favole molfettesi, i proverbi più datati o anche quelli che risuonano nella vita di tutti i giorni, sono immancabilmente marchiati da  circostanze, situazioni e personaggi spesso ripetute.

Leggi tutto...

MOLFETTA. I personaggi molfettesi: “Piripicchio”

personaggi_molfettesi_piripicchioMolfetta - Indubbio protagonista della scena molfettese dei primi decenni del ‘900, Piripicchio , ha reso l’accattonaggio un arte a cui dedicare la vita. Di origini barlettane, non essendo “compreso in patria come i profeti”, come usava dire, fece la sua prima comparsa nelle nostre contrade con una pianola sgangherata ed un vestito che ricordava quello di Charlot, con la bombetta, il bastone di bambù e l’immancabile garofano rosso all’occhiello, guadagnandosi da vivere attraverso la vendita di canzonette prestampate.

Leggi tutto...

Sottocategorie